Pubblicazioni

Pronti da leggere

80657118_106576517525607_5562496708660690944_n_edited_edited.png

Di voce in voce

2019

In quest’epoca social, in cui la comunicazione è affidata prevalentemente all’immagine, per alcuni emerge l’urgenza di dare voce a ciò che ci sostanzia ed è invisibile agli occhi. Ciò si può fare solo attraverso il recupero della parola poetica. Ed è sulla strada della poesia che si incontrano le solitudini liriche di chi ancora crede nella potenza della parola. Tra i miei incontri degli ultimi anni, c’è stato quello inaspettato con una giovane anima inquieta, un mio alunno fattosi poeta in quello che sembra il posto meno adatto allo sviluppo della somma arte, una scuola superiore ad indirizzo professionale. In quell’ambiente generalmente estraneo alle belle lettere è tuttavia nato uno scambio fatto di versi che ha portato alla creazione di questa raccolta poetica. Una conversazione poetica tra un alunno e il suo prof.

Schermata 2020-12-04 alle 16.20.35.png

Il suono dell'anima

2020

In quest’ era ipertecnologica, in cui la comunicazione è affidata prevalentemente all’immagine muta, emerge l’urgenza di ridare voce a ciò che ci sostanzia ed è invisibile agli occhi: l’anima. Ciò si può fare solo attraverso il recupero della parola poetica.
Le parole qui raccolte nascono da una personale osservazione introspettiva, a cui segue la descrizione delle anime che ho amato per poi passare al mio tempo e a ciò che mi gira intorno.  
Sono parole libere, che mi sostanziano, non ingabbiate da stilemi o forme, che non hanno alcuna pretesa di essere assunte ad arte, ma vogliono solo testimoniare un’esperienza di vita attraverso il fiore della poesia.